Disegno espressivo

L’uso dell’arte negli interventi a favore di persone con disagio psichico
permette di strutturare un trattamento orientato alla riabilitazione attraverso
l’espressione libera della creatività (Ba 1997). Grazie all’utilizzo dei
materiali artistici e delle tecniche artistiche, si possono sostenere le difese o
favorire i meccanismi di adattamento dell’Io, come la sublimazione, o ancora
favorire il senso di self-efficacy che Bandura ci dice essere costrutto prezioso
“per la spiegazione, la previsione e il cambiamento in ambito clinico,
educativo, sportivo, organizzativo, sociale e politico” (Bandura 1997).

Descrizione delle attività:
L’attività di disegno espressivo, questo anno, sfrutta la tecnica del collage.
Esso offre grandissima libertà di forme e contenuti e permette di concentrarsi
sul colore e sulle emozioni che trasmette. Il laboratorio è così strutturato:
– La fase iniziale si realizza nell’osservazione dei lavori già svolti, in
cui si vede tutto come un insieme diviso cromaticamente;
– Durante la fase intermedia si sceglie il colore del giorno e si parte con
la creazione di un collage personale;
– A fine incontro c’è la valutazione finale del proprio lavoro ed
eventualmente l’aggiunta di altre immagini fino a ottenere l’effetto
desiderato.

Obiettivi specifici:
– Sostenere l’espressione di sé attraverso le attività di disegno, collage
o altre tecniche artistiche, sfruttando l’influenza dei colori;
– Migliorare la self-efficacy;
– Costruire uno spazio di socializzazione e condivisione attraverso
attività legate all’espressività artistica;
– Ridurre lo stress affrontando le proprie emozioni inibite,
accogliendole tramite un approccio individuale non giudicante.

Sede e orari: Sede dell’associazione di Via Albinelli, 40, Martedì, ore 10:00-12:00.