Proviamo a stare in equilibrio: danza e yoga!

Il progetto “Proviamo a stare in equilibrio: danza e yoga!” è stato finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
.
(Dalla scheda di progetto):

Il progetto…… risponde al bisogno di promuovere la consapevolezza del linguaggio del corpo finalizzato a migliorare la padronanza di sé e la capacità di relazionarsi agli altri.
Il progetto si articola in due attività, la danza e lo yoga; per la danza ci si avvarrà della collaborazione dell’Associazione “Terra di danza”, di Reggio Emilia; per lo yoga ci si avvarrà della Associazione “Narayana – centro studi yoga” di Modena. Ambedue le attività avranno una cadenza settimanale: lo Yoga si svolgerà da settembre 2009 a maggio 2010, la danza da novembre 2009 a maggio 2010.
Le attività saranno rivolte anche ai familiari delle persone con sofferenza psichiatrica.

……..

Il progetto …. si prefigge di proporre alle persone con disagio psichiatrico attività che richiedono un forte coinvolgimento e sollecitano l’interazione di gruppo: nelle attività proposte il movimento coordinato, individuale e di gruppo, spesso accompagnato dal ritmo musicale, favorisce il consolidamento di più distesi ed equilibrati rapporti con se stesi e con gli altri. Sono previsti, come di prassi per tutte le attività dell’Associazione, momenti di restituzione delle esperienze fatte che favoriscono la riflessione sul proprio vissuto e rafforzano la consapevolezza di sé e delle proprie capacità.

……….

L’obiettivo del progetto è quello di promuovere l’uscita dalla solitudine, la possibilità e l’occasione di crescere cambiare ed emozionarsi, il riuscire ad accettare e condividere i propri limiti e le regole del gruppo, promuovere una migliore socialità e accettazione dell’altro.

Nello specifico:
– migliorare l’equilibrio e la capacità di coordinazione
– stimolare ed intervenire sull’aspetto comunicativo-relazionale partendo dalla percezione di sé;
– migliorare le facoltà cognitive: attenzione, memoria uditiva e visiva;
– percepirsi nella propria fisicità e nell’intenzionalità delle proprie azioni, aumentando il livello di consapevolezza del corpo;
– estrinsecare potenzialità latenti, grandi o piccole che siano
– favorire un senso di benessere legato ad una attività che associa il ritmo, la musica, il movimento ed il divertimento

Lascia un commento