Notizie 2012-2013

“Fuori come va?”

E’ uscito il numero 1 della rubrica sulle associazioni dei familiari

Domenica 7 luglio è stato pubblicato sulla Gazzetta di Modena il numero 1 della rubrica “Fuori come va?”, dedicato alle associazioni dei familiari degli utenti della salute mentale.

Per notizie sul progetto della rubrica, leggi la notizia precedente del 2 giugno 2013.

Puoi leggere gli articoli della rubrica aprendo i link qui sotto:

* L’intervista a Tilde di “Insieme a noi”

* AMA, i nuclei di condivisione per la gestione dei problemi

* Una via per uscire dall’isolamento e trovare stimoli

* Prima o poi scriveremo un libro insieme

9 Luglio 2013

___________________________

“Fuori come va?”

La salute mentale in una rubrica della Gazzetta di Modena

Il 31 maggio, sulla Gazzetta di Modena, è stato pubblicato il primo numero dei una rubrica sulla salute mentale, curata dalle associazioni Insieme a noi e Idee in Circolo, dal Dipartimento di Salute Mentale e dall’Ufficio stampa dell’USL.
La rubrica si intitola “Fuori come va?” che riprende il titolo di un libro pubblicato alcuni anni fa da Peppe dell’Acqua, ex direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, città da dove partì la riforma basagliana.

Nella pagina del giornale, che uscirà una o due volte al mese, saranno presentate storie di ripresa dalla malattia e di guarigione, ma anche problemi della vita concreta visti e raccontati dal punto di vista della salute mentale della comunità.
L’idea è di promuovere nell’opinione pubblica la consapevolezza da una parte che la salute mentale è un bene della comunità e non riguarda solo le persone con difficoltà psichiche, dall’altra che ci sono “ragionevoli speranze” di potersi riprendere dalla malattia e di recuperare un ruolo sociale nella società.

Puoi leggere la presentazione di Fuori come va

Qui di seguito puoi leggere gli articoli contenuti nel primo numero della rubrica “Fuori come va?”

* “Oltre le immagini che dividono ragione da follia”
*“Sono una persona felice grazie anche alla malattia”
*“Nelle parole una strategia per alleviare la sofferenza”

2 giugno 2013

___________________________

Officina del suono: il nostro nuovo laboratorio musicale

Da alcuni mesi il nostro tradizionale laboratorio musicale ha vissuto un processo di radicale cambiamento: ad incominciare dal nome assunto, Officina del suono, che in qualche modo ne prefigura l’identità. Abbiamo chiesto ad un componente del gruppo di descrivercene i caratteri e gli aspetti innovativi. Di seguito puoi leggere il contributo.

 

 

 

 

Officina del suono

Il gruppo di canto dell’associazione ha un nuovo nome: “Officina del suono”. E in questo nome sta il senso complessivo di quello che il gruppo, sotto la guida di Barbara, conosciuta anche come Miss Barolo, si propone di fare: diventare un luogo non solo di canto, ma di creazione di canto.

Continua a leggere

9 marzo 2013

___________________________

I “cantieri” della salute mentale nella città

Il contributo della nostra Associazione

Da qualche anno la “Settimana della salute mentale”, voluta dal Direttore del Dipartimento della salute Mentale, è diventata il punto di riferimento e la cornice in cui le iniziative più significative sulla salute mentale trovano un collegamento ideale.

Si è aperto uno spazio nuovo d’azione anche per la nostra Associazione e per l’Associazione Idee in Circolo (oltre che per il Social Point), che da anni lavorano in questo campo, che hanno rafforzato la loro collaborazione..

In particolare per noi diventa sempre più qualificante l’impegno di affiancare alle tradizionali attività “istituzionali” che svolgiamo in associazione (i laboratori…), le attività di collaborazione diretta con i servizi e le iniziative di promozione della salute mentale come bene della comunità.

Sono molte le iniziative in cantiere a Modena per promuovere una cultura e una pratica della salute mentale che condividiamo con altri soggetti.

Questi attualmente i cantieri più significativi aperti:

    • Le parole Ritrovate: quest’anno la tradizionale giornata che da anni si svolge a Modena avrà come tema “L’abitare”. Il gruppo modenese ha già iniziato a lavorare sul tema, che si preannuncia un tema caldo. Al primo incontro hanno partecipato circa 70 persone, tra utenti, familiari, volontari e operatori. Il tema dell’”abitare” incrocia uno dei nodi centrali della psichiatria orientata alla recovery, intesa come “riconquista di sé, ricostruzione delle proprie capacità di vita e di relazioni sociali” (da “Guarire si può – persone e disturbo mentale”, Ed. Alphabeta, 2012) e che promuove i processi dell’autonomia della persona con disturbi mentali; e, nello stesso tempo, coltiva l’esercizio dei diritti di cittadinanza.
      Sul tema un settimanale di grande diffusione, l’Espresso, ha pubblicato uno speciale dal titolo “Case da matti”, che affronta le questioni legate alle residenze e alle comunità e che ospita anche una intervista a Peppe Dell’Acqua e un intervento di Ignazio Marino.
      Leggi lo speciale
    • Coprogettazione del day hospital del CSM della Madonnina. È in fase avanzata la riorganizzazione del Centro di salute mentale della Madonnina dove è prevista l’istituzione di un day hospital, con l’obbiettivo di rispondere ai bisogni di urgenza – emergenza del territorio e contribuire a ridurre il ricorso al Servizio psichiatrico di Diagnosi e cura. All’interno di questo processo di ristrutturazione del servizio ci è stato chiesto di contribuire a progettare la realizzazione di uno sportello della nostra associazione e dell’associazione Idee in circolo presso il CSM con la presenza di utenti e familiari della salute mentale: la finalità è quella di incontrare e accogliere gli utenti e i loro familiari che accedono al servizio mettendo in campo l’esperienza di chi ha attraversato e attraversa la sofferenza psichica, e rafforzando la sinergia tra servizi e associazioni del territorio. Le due associazioni hanno già avviato una fase sperimentale del progetto.
    • “Fuori come va? La voce di MAT”. Raccogliendo i buoni risultati del progetto dello scorso anno su “Mass-Media e Salute mentale” sta per partire un interessante progetto che coinvolge il Dipartimento di Salute Mentale e Social Point e le associazioni Insieme a Noi e Idee in Circolo. Si tratta di una collaborazione con la Gazzetta di Modena che offre una pagina che ospiti contributi e interventi attinenti la salute mentale che abbiano come focus il tema della recovery e il tema della promozione della salute mentale della comunità.

8 marzo 2013

___________________________

Il Forum Salute Mentale compie 10 anni

Viareggio: la preparazione dell’assemblea di Roma

Venerdì 8 febbraio si è svolto a Viareggio un incontro del Forum Salute Mentale, in preparazione dell’assemblea nazionale in programma per mercoledì 20 e giovedì 21 marzo a Roma.
Vi ha partecipato anche una delegazione della nostra associazione e dell’associazione Idee In Circolo (molto apprezzata la testimonianza di Marco Mantovano sui cantieri aperti nelle pratiche si salute mentale di Modena, in particolare sul ruolo attivo degli utenti)

Molti i temi affrontati negli interventi (di utenti, familiari, operatori, cittadini): temi che il Forum di Roma affronterà con tutte le delegazioni che vi parteciperanno. Peppe dell’Acqua ne ha ripresi alcuni nelle sue conclusioni:

  • persistere di pratiche, nei servizi di salute mentale, che sono in contrasto con le leggi e con il rispetto della dignità delle persone (contenzione, uso improprio del TSO)
  • scelte politiche in atto nel percorso di superamento degli OPG
  • uso irrazionale delle risorse, già insufficienti, destinate alla salute mentale
  • difesa della legge 180 contro tutti i tentativi di smontarla e la conseguente lotta per promuoverne la cultura e la corretta applicazione (dalle testimonianze di alcuni è emerso che non sono rari i casi di chi maschera, dietro la 180 pratiche di salute mentale che con la cultura della 180 poco hanno a che fare).

Per approfondimenti sul Forum Salute Mentale puoi leggere il documento programmatico, (elaborato 10 anni fa quando il Forum fu fondato, ma ancora decisamente attuale), alla pagina seguente:http://www.news-forumsalutementale.it/public/DOCUMENTO-PROGRAMMATICO1.pdf

Sulle attività del Forum puoi consultare il sito http://www.news-forumsalutementale.it/, su cui vengono pubblicati interventi, notizie, documenti e testi legislativi relativi alle politiche e alle pratiche della salute mentale.

Modena, 13.2.2013

___________________________

“Insieme si può”

Parte un nuovo progetto per i familiari

La nostra Associazione ha ricevuto un finanziamento dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena per la realizzazione di un nuovo progetto, coordinato da Renata, destinato ai familiari delle persone con sofferenza psichica, che si pone in continuità con il progetto appena terminato “Il nodo Dentro/fuori – Il prendersi cura nella salute mentale” (puoi leggere una riflessione di Luca, che lo ha coordinato, su alcuni suoi aspetti che lo hanno qualificato, su questa pagina).

Il nuovo progetto assume come principio guida il concetto di empowerment, inteso come processo che favorisce l’acquisizione di capacità di autodeterminazione e di realizzazione delle proprie potenzialità da parte dei soggetti deboli; e, attraverso questo processo, ci si propone di sperimentare, con i volontari, percorsi che portino i familiari a diventare risorse attive di salute mentale, per se stessi, per gli altri, ma anche per i servizi.

Titolo del progetto: “Insieme si può – Empowerment dei familiari degli utenti e dei volontari come risorse attive di salute mentale”.
Sono quattro gli ambiti in cui articolerà il progetto: auto-mutuo-aiuto; Laboratorio artigianale; Formazione; Sportello di ascolto.

Dal documento di progetto:

“L’Associazione ‘Insieme a Noi’ intende delineare la sua proposta di attività ponendo come obiettivo principale il ‘coinvolgimento dei familiari’ come risorsa indispensabile per la Salute Mentale.
Ormai da anni la letteratura in ambito psichiatrico sottolinea come l’ipercoinvolgimento emotivo dei familiari porta inevitabilmente a una disgregazione dall’interno delle famiglie e al burnout di chi non trova modalità diverse di espressione ed elaborazione di vissuti legati alla malattia del proprio caro. Queste dinamiche vanno ad aggravare le condizioni di vita di tutti i componenti della famiglia.
I familiari non sono di conseguenza considerati malati o bisognosi di trattamento, si riconosce piuttosto il fatto che sopportano un carico e molte limitazioni legate al disturbo del congiunto e che debbono essere aiutati a migliorare le loro strategie di gestione degli stressors e di comunicazione con gli altri.
Essere aiutati, all’interno del nostro progetto, significa crescere insieme e aumentare la propria consapevolezza al fine di lavorare su nuovi familiari facendo tesoro dell’esperienza di chi ha già fatto un percorso sul proprio disagio.
In un clima di lavoro paritario le competenze degli operatori e dei familiari ‘esperti’ si andranno ad unire con lo scopo di coinvolgere altre persone che vivono la propria sofferenza in solitudine o la subiscono restando inconsapevoli del grande peso che grava sulla loro vita.
Questo obiettivo fornirà l’opportunità ai familiari già attivi di divenire promotori attivi di Salute Mentale in un contesto supportivo e di arricchimento reciproco con altri operatori e volontari.
In questa ottica sarà altresì fondamentale una formazione estesa e condivisa di chiunque decida di far parte dell’Associazione.
A raggiungere lo stesso obiettivo contribuiranno i laboratori di artigianato dei familiari, agevolando la creazione di attività collettive caratterizzate da relazioni positive con volontari e utenti.”

30 gennaio 2013

___________________________

Cena di (anti)finanziamento 2012

Anche quest’anno, come lo scorso anno, la nostra associazione e l’associazione Idee in Circolo organizzano una cena che cade, tradizionalmente, prima di Natale. L’abbiamo chiamata “cena di (anti)finanziamento”: perché vuole essere, oltre che un modo per raccogliere qualche risorsa per sostenere le attività delle due associazioni, innanzitutto un occasione “per conoscerci, divertirci, festeggiare e scambiarci gli auguri”

L’appuntamento è per mercoledì 19 dicembre alle lore 20 presso la Polisportiva di Modena Est, via Indipendenza 25. Il prezzo è di € 23,00; le prenotazioni vanno fatte entro il 15 dicembre a questi numeri e indirizzi e-mail:

 

  • Insieme a Noi: tel. nr. 3472236298 e-mail: insiemeanoi.mo@gmail.com
  • Idee in Circolo: tel. nr. 3452833360 e-mail: associazioneideeincircolo@gmail.com/li>
    Vi aspettiamo numerosi. 6 dicembre 2012___________________________Mercoledì 21 novembre si è tenuta una interessante iniziativa nella nostra sede di via Albinelli. A partire da una riflessione di Luca (leggi il testo di Luca) sul progetto “Il nodo dentro/fuori – Il prendersi cura nella salute mentale” si è sviluppata una approfondita discussione su alcuni elementi nodali delle attività della nostra Associazione (relazione tra atteggiamento rivendicativo e empowerment dei familiari, capacità di gestione della condizione di sofferenza a partire dal riconoscimento/accettazione di tale situazione, impegno negli inserimenti lavorativi…..). All’iniziativa ha partecipato anche il dr. Fabrizio Starace, direttore del Dipartimento di salute Mentale, con il quale abbiamo, in particolare, riflettuto su tre problemi:
  • Assemblea con il dr. Fabrizio Starace
  • Lascia un commento, un contributo, una proposta
  • Guardate, per tutti i dettagli, il programma della serata
  • il ruolo e il contributo che la nostra Associazione può dare alla costruzione del progetto di ristrutturazione della residenza di via Newton: la nostra Associazione e l’Associazione Idee in Circolo sono state invitate ad un incontro con gli operatori del CSM del polo ovest su questo tema; apprezzamento è stato espresso per il percorso che è stato disegnato; l’idea di coinvolgere le associazioni dei familiari e degli utenti è visto come un’opportunità che noi ci impegniamo, con le risorse disponibili, a cogliere, nello spirito di un’alleanza tra servizi e familiari/utenti delle associazioni.
  • la creazione di un laboratorio dei familiari in una struttura dell’Asl. Si tratta di un progetto su cui da tempo i nostri familiari stanno lavorando: ci si impegna a elaborarlo in modo articolato e dettagliato per ottenere l’utilizzo dei locali individuati.
  • La situazione e le prospettive del Servizio psichiatrico di diagnosi e cura (SPDC) di Baggiovara, in merito ad alcuni nodi ancora non sciolti (reparto chiuso, la contenzione, fruibilità, da parte degli ospiti, degli spazi esterni, l’area fumatori….): il dr. Starace ci informa che gli episodi di contenzione nel reparto sono significativamente diminuiti negli ultimi anni; per gli altri problemi i tempi di soluzione dipendono da svariati fattori.

 

22 novembre 2012

___________________________

Il ricordo di Barbara alla rappresentazione dell’”Odissea”

Alcune settimane fa Barbara, una socia della nostra Associazione, ci ha lasciato. Barbara faceva parte da tempo della compagnia teatrale di Insieme a noi.

Per ricordarne la figura, all’interno dell’ultimo spettacolo dell’Odissea (a cui Barbara, colpita dalla malattia, non ha potuto dare il suo contributo), rappresentata a Ferrara il 27 ottobre, è stato proiettato il videoclip del primo spettacolo teatrale, di cui lei era stata una parte importante.

Sono state lette, anche, delle riflessioni e delle testimonianze di coloro che l’hanno conosciuta e hanno potuto apprezzare la sua grande sensibilità umana.

Guarda il videoclip Quadri su questo sito

Puoi anche guardare le foto dello spettacolo rappresentato a Ferrara

Di seguito puoi leggere i testi letti “In ricordo di Barbara”:

Barbara, sei stata quello che in tanti avremmo desiderato essere: un’amica sensibile e tutt’altro che chiusa in se stessa per le proprie  fragilità, dovute ad una sorte avversa.
Ti ho vista lottare ancora una volta in più, ma stavolta contro l’irreparabile, è stata la prova più dura cui ognuno di noi può giungere in qualsiasi momento.
Per quanto riguarda me, spero col tuo stesso carattere e col tuo stesso coraggio.

Claudio

Barbara i momenti più belli li abbiamo passati insieme, le prove, la preparazione degli spettacoli, il lavoro di Quadri.
Averti nel gruppo ci dava coraggio, eri sempre pronta ad aiutare.
Eri presente con piccoli gesti come i regali che tutti gli anni ci portavi per Natale.
Sei rimasta nel nostro cuore con la tua fragilità e la tua dolcezza, ma quello che più ci è rimasto di te è la tua forza e la tua voglia di condividere un cammino, a volte difficile, con noi.
E’ sempre nei nostri occhi la tua espressione fiera. Ci manchi tanto, ci manca la tua amicizia.

Elena e Marzia

29 ottobre 2012

___________________________

Una nuova rappresentazione dell’Odissea

Ferrara, 27 ottobre 2012

Sabato 27 ottobre la nostra compagnia teatrale rappresenterà lo spettacolo “Odissea” a Ferrara, presso la Sala Estense.

Puoi leggere notizie sullo spettacolo (già rappresentato la prima volta a Modena presso il Teatro dei Segni nel mese di maggio), qui sotto: http://www.insiemeanoi.org/notizie#Odissea 2012

L’evento è anche inserito nel progetto regionale “Teatralmente”: lo trovi alla pagina web http://www.teatralmente.it/Engine/RAServePG.php/P/325411440400/M/252111440303

25 ottobre 2012

___________________________

Al via la Settimana della Salute Mentale

Venerdì 19 ottobre prende il via le seconda edizione della Settimana della Salute Mentale a Modena. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, si rilancia la scommessa di promuovere “la salute mentale come bene comune”, proponendo all’attenzione dei cittadini riflessioni e risultati scientifici sulla tematica, ma anche spettacoli ed eventi culturali e artistici. C’è la consapevolezza che i diritti umani e di cittadinanza delle persone con disagio psichico possono essere tutelati concretamente se si crea un’alleanza tra i servizi e la società.

I servizi pubblici possono recuperare, così, un’importante ruolo sociale, “diffondendo nella cittadinanza una cultura dell’accettazione, dell’accoglienza, della presenza solidale”, contribuendo, nel dibattito pubblico, a “una rielaborazione e a un rilancio del concetto di welfare, da strumento riparativo, destinato a gruppi sociali marginalizzati, a condizione, letteralmente, di ‘benessere sociale’, che si misura in termini di qualità della vita e di convivenza sociale di tutte le componenti della comunità” (dalla presentazione di MAT).

Per i dettagli sulle iniziative, gli orari, i luoghi, leggi il Programma completo (MAT) della Settimana

Puoi anche leggere la rassegna stampa che ha dato notizia della presentazione del programma

15 ottobre 2012

___________________________

Il quarto incontro nazionale delle Parole ritrovate a Modena

Il 20 ottobre si terrà a Modena il 4° incontro nazionale della Parole Ritrovate. Come l’anno scorso, l’evento è inserito nella “Settimana della salute mentale”.

il tema della giornata è “Lavoro, cittadinanza, salute”: il movimento modenese di Parole Ritrovate, a cui partecipiamo anche noi, ha preparato l’evento lungo tutto l’arco di quest’anno, sviluppando una riflessione appassionata sui temi connessi agli inserimenti lavorativi delle persone con disagio psichico. Molte le incursioni sui temi della qualità del lavoro e sul suo significato per la vita delle persone: con l’esigenza avvertita e condivisa che il lavoro, oggi, nella cultura prevalente dell’efficientismo di mercato, non smarrisca la sua dimensione di attività attraverso cui l’uomo si realizza come essere sociale.

I racconti di chi ha avuto o vive l’esperienza lavorativa hanno contribuito, peraltro, a mettere in luce quanto la conoscenza reciproca dei datori di lavoro e delle persone con disagio psichico, può favorire i percorsi di inserimento.

Non sono mancate, come è ovvio, riflessioni sull’esigibilità del diritto al lavoro per tutti, con riferimento alla normativa che ne disciplina l’acceso per le persone con disabilità.

La giornata del 20 costituirà un momento importante di un percorso che dovrà continuare, auspichiamo, con maggiore consapevolezza di tutti i soggetti interessati.

La giornata è organizzata da Idee in Circolo, Insieme a noi, Social Point, DSM Modena, le Parole Ritrovate Emilia – Romagna e Modena, Fondazione Universitaria “Marco Biagi”.

Il Programma dettagliato della giornata lo trovi all’interno del programma della Settimana della Salute Mentale al link Mat .

Nei giorni scorsi si è svolto a Trento l’annuale incontro nazionale delle Parole Ritrovate: vi ha partecipato anche una rappresentanza della nostra Associazione. Puoi vedere gli interventi di Ron Coleman e della del grupo modenese
Altre notizie sull’evento le trovi sul sito nazionale delle Parole Ritrovate.

6 ottobre 2012

___________________________

“Sedie”: un laboratorio al festivalfilosofia

Quest’anno il festivalfilosofia che si svolge a Modena il 14, 15 e 16 settembre, ha come tema “Le cose”: la nostra Associazione partecipa al festival con il progetto “Sedie”, realizzato insieme a Idee in Circolo, Social Point, Tric e Trac e Liceo Artistico Venturi di Modena.

Il progetto prevede un’istallazione (di sedie, appunto) e un laboratorio nel cortile della caserma Santa Chiara in via degli Adelardi.

Dal programma del festival: (puoi leggerlo, con tutti i dettagli, a questa pagina del sito del festivalfilosofia)

“In una platea di sedie costruite utilizzando materiali di recupero dagli utenti delle associazioni coinvolte nell’iniziativa, il pubblico del festival potrà dare durante i due giorni il suo contributo all’azione attraverso la creazione personalizzata di un cappello da somaro, come quelli che si facevano mettere agli alunni immeritevoli nelle scuole d’un tempo, in un’ideale classe di diversi in cui il cappello da somaro appartiene a tutti e a nessuno. Ne scaturirà un’occasione di socializzazione attiva, con gli utenti delle associazioni impegnati a guidare il pubblico nelle attività. Sarà un modo per testimoniare come ciascuno possa lasciare un’impronta – su una sedia come nel mondo – riconoscendo la comune umanità e contrastando il pregiudizio.”

Puoi anche guardare le foto dei lavori preparatori del laboratorio e dell’istallazione

11 settembre 2012

Lascia un commento