Costruire reti di aiuto tra famiglie

“Costruire reti di aiuto tra famiglie” è un progetto della nostra associazione in convenzione con il Centro per le famiglie del Comune di Modena. L’esperienza maturata negli anni da Insieme a noi nelle pratiche di aiuto alle famiglie di persone con disturbi psichici, viene messa, così, al servizio delle persone che devono prendersi cura dei familiari con varie forme di disabilità, anche fisiche.

Costruire strumenti di supporto, e, tra questi, reti di aiuto, mira a sostenere le famiglie in difficoltà, attivando la comunità “in un percorso partecipativo e di crescita di cultura e consapevolezza sulla salute della mente e del corpo come bene comune”, promuovendo il protagonismo delle famiglie anche nei riguardi dei servizi, superando la vecchia concezione secondo la quale il cittadino è solo “utente” dei servizi.
Queste le attivià principali previste dal progetto:
1) Sportello di ascolto, con la finalità di raccogliere i bisogni, orientare, informare e promuovere reti di aiuto.
2) Sviluppo di attività di inclusione sociale, rivolte a tutti, in particolare ai giovani con diabilità piscofisiche, favorendo la partecipazione ai laboratori già attivati dall’Associazione e istituendone, se necessario, altri.
3) Formazione, promozione e sensibilizzazione, prevedendo l’organizzazione di eventi a ciò destinati.

Il progetto, attivato già dal mese di aprile 2017, è già in avanzata fase di svolgimento.
I risultati più innovativi (oltre allo sportello di ascolto con il rafforzamento dei gruppi di auto-mutuo-aiuto e gli eventi di sensibilizzazione, di formazione e promozione) hanno riguardato la costituzione di un gruppo di giovani che ha dato vita ad un laboratorio HIP-HOP. Scommessa difficile, ma ancora in corso.

G.

Lascia un commento