Attività estive dell’associazione: i soggiorni a Palagano ed i laboratori estivi

L’estate appena trascorsa si è rivelata, per la nostra associazione, un’estate ricca di iniziative e proposte. Per la prima volta abbiamo sperimentato l’attivazione di laboratori estivi nei mesi di luglio e agosto, rispondendo all’esigenza espressa da parte dei servizi di una serie di attività finalizzate a non abbandonare molte persone affette da disagio psichico che solitamente vivono questa stagione con molta insofferenza. Siamo riusciti ad organizzare tre mattinate intere alla settimana, presso la Fonte, durante le quali siamo riusciti a costruire uno spazio di socializzazione e di inclusione molto positivo. Alcune delle attività svolte riguardano la cura del verde e delle coltivazioni di ortaggi, lavori di gruppo come la costruzione di braccialetti o di piccoli oggetti decorativi, senza contare i momenti ricreativi con giochi di carte e merende in compagnia. Tale progetto ha riscosso un grande successo, molto più elevato rispetto alle aspettative iniziali, tant’è che hanno partecipato ad ogni incontro all’incirca dalle 15 alle 20 persone, di cui la maggior parte si è trovata molto bene e grazie a questa esperienza si è avvicinata alla nostra associazione. Alcuni di loro hanno deciso di iniziare con noi i laboratori ripartiti questo mese.

 

 

Dopo un anno di pausa estiva forzata dall’emergenza sanitaria che ci ha colpito nel 2020, siamo riusciti anche a riproporre le settimane di soggiorno a Palagano, così come è sempre stato negli ultimi dieci anni in passato. Nel corso dei mesi primaverili, i nostri soci e volontari con l’aiuto dei collaboratori hanno avviato i lavori di ristrutturazione della casa, nonché di pulizie e riordino necessari dopo il lungo lasso di tempo trascorso dall’ultimo utilizzo. Quest’anno abbiamo risistemato uno dei locali di Casa Mariano, che in passato era una stalla e che negli anni scorsi non veniva utilizzato. Grazie al riordino di questo ambiente, abbiamo potuto usufruire di un’ampia sala dove pranzare e cenare in caso di maltempo e dove poter stare a giocare a carte, suonare o semplicemente stare a rilassarsi nei momenti vuoti. Considerate le risorse a disposizione dell’associazione e le difficoltà organizzative ancora presenti per via del Covid19, sono state effettuate cinque settimane di soggiorno con gruppi differenti. L’esperienza è stata molto positiva, lasciando soddisfatti tutti i partecipanti: molti di loro erano già venuti con noi, e sono stati molto contenti di aver potuto rivivere il piacere delle passeggiate al Lagosanto, delle visite a Montefiorino o Frassinoro, o anche delle belle giornate in relax che si possono trascorrere al fresco in paese fra mercatini serali e feste che coinvolgono la comunità intera. Nel corso delle varie settimane, siamo saliti con un gruppo di ragazzi più omogeneo e uniforme per età, con i quali è stato possibile sperimentare un’esperienza di vacanza più particolare ed animata, e l’ultimo gruppo che ha fatto il soggiorno in montagna ha preso parte alla Festa dei Matti che tradizionalmente organizzano a Palagano.